Home page  
Visualizzazione New


  • Visualizza tutte le news


    MAO-Arte Orientale a Torino  (831 Click)
    Apre in Via San Domenico. Inizia con 1500 opere. Ingresso gratuito per i primi giorni.
    04/12/2008
    Movie&Sport
    Cultura
     
    In via San Domenico 9/11 a Torino apre il MAO, il nuovo Museo di Arte   Orientale, con 1500 opere provenienti da diversi paesi dell'Asia (dall'India   al Giappone, dall'Afghanistan al Tibet).
     

    Città di Torino Fondazione Torino Musei - Compagnia di San Paolo
    in collaborazione con Regione Piemonte

    A Torino apre il MAO. L’Arte ha nuovi Orienti


    Ingresso gratuito giovedì 4 dicembre
    dalle 20.30 alle 24.00
    e da venerdì 5 a lunedì 8 dicembre
    dalle 10.00 alle 18.00


    Nel clima di rinascita culturale che caratterizza ormai da alcuni anni il capoluogo piemontese, si colloca l’attesa apertura, il 5 dicembre 2008, di una nuova importante istituzione museale dalle ricche e preziose collezioni.

    Il Museo d’Arte Orientale - con cui la città riconferma la sua centralità e l’antica tradizione nell’ambito degli studi e delle ricerche sulle culture orientali, nonché il suo impegno per il dialogo multietnico e l’integrazione – apre dopo un complesso iter. Un lungo percorso necessario alla definizione del corpus espositivo, all’elaborazione del progetto museologico, alla ristrutturazione e all’adeguamento della sede di Palazzo Mazzonis, pregevole edificio del centro storico, e alla progettazione di un percorso allestitivo capace di dare adeguato respiro alle affascinanti opere custodite, espressione di culture millenarie.

    Il risultato è un Museo di grande respiro che guarda all’Oriente nella sua pluralità di ambiti geografici e di tradizioni culturali e artistiche; un museo che grazie ad un patrimonio di 1500 opere provenienti da diversi paesi dell’Asia (dall’India al Giappone, dall’Afghanistan al Tibet) con alcuni pezzi di assoluta eccellenza, si può porre a fianco delle principali istituzioni europee dedicate a
    questo ambito artistico.
    Soprattutto, un Museo la cui missione culturale ha anche, inevitabilmente, un risvolto sociale importante, connesso alla dimensione multiculturale e dinamica delle città italiane e al processo di globalizzazione in atto. La valorizzazione della tradizione artistica di popoli e culture diversi da quelli occidentali è infatti un contributo importante al delicato processo di integrazione delle migliaia di persone provenienti dai paesi orientali che ora vivono in Italia e in Piemonte.

    La sede stessa del MAO, collocato nella parte più antica della città - il quadrilatero romano, cuore della Torino multietnica, crocevia di popoli e di lingue diverse e oggetto in questi anni di un ampio progetto di riqualificazione urbana - assume un valore simbolico, in linea con questi obiettivi.

    La Galleria dedicata all’Asia Meridionale, al piano terreno, ospita le collezioni del Gandhara, dell’India e del Sud est Asiatico.
    La Galleria Cinese, al primo piano del corpo centrale, ospita oggetti d’arte della Cina antica dal 3.000 a.C. al 900 d.C. circa, con vasellame neolitico, bronzi rituali, lacche e terrecotte.
    Al secondo piano – nella sezione dedicata alla Regione Himalayana - sono collocate importanti collezioni di quell’arte buddhista tibetana che efficacemente traduce in pitture e sculture le radicali innovazioni introdotte nel Buddhismo dal diffondersi dei tantra.

    Un corpus espositivo dunque quello del MAO di assoluto rilievo, di cui si sta ultimando la schedatura e la catalogazione informatica.
    Un viaggio affascinante in molti e diversi Orienti, sottolineato opportunamente anche dalle scelte allestitive, che hanno voluto assicurare - pur nell’armonia generale – una forte identità e una caratterizzazione specifica a ciascuna “galleria” e, dunque, ai differenti ambiti culturali presentati: un viaggio in cui il visitatore è chiamato all’esplorazione di cinque mondi artistici e culturali, i cui rimandi, connessioni, relazioni e interscambi si potranno cogliere grazie al supporto di un articolato apparato didascalico e a postazioni multimediali interattive collocate lungo il percorso che consentiranno diversi approfondimenti interdisciplinari.

    Info:
    Museo d’Arte Orientale
    via San Domenico 9/11 - 10122 Torino
    www.maotorino.it

    Orari
    Da martedì a domenica: ore 10-18
    Chiuso il lunedì. La biglietteria chiude un'ora prima.

    Biglietti
    Biglietto unico valido tutto il giorno per le collezioni permanenti e per le mostre temporanee:
    intero euro 7,50
    ridotto euro 6,00

    Informazioni di viaggio
    Palazzo Mazzonis si trova nel centro storico di Torino. Le aree automobilistiche sono regolate da restrizioni e divieti. Consultate il sito del Comune di Torino per avere maggiori indicazioni. Consulta la mappa seguendo questo link

    Dalla Stazione ferroviaria:
    Si può raggiungere il MAO – Museo d’Arte Orientale a piedi da Porta Nuova (circa 1.8 km) e da Porta Susa (circa 1.3km), oppure in autobus: da porta Susa bus Star due; da porta Nuova bus n. 52. Consulta la mappa seguendo questo link




     
    177 Voti (Vota questa news )
     Stampa questa pagina Stampa

    UtenteData/OraCommento

    Non ci sono commenti per questa News



    Utente     Accedi/Registrati
    Commento  
    Codice di sicurezza       Che cos'è?



  •   Versione: 3.0