Home page  
Visualizzazione New


  • Visualizza tutte le news


    Muri di Piombo  (922 Click)
    Museo Diffuso della Resistenza, della Deportazione, della Guerra, dei Diritti e della Libertà
    24/04/2008
    Movie&Sport
    Varie
     

    MURI DI PIOMBO

    Fotografie di Eva Frapiccini

    dal 6 al 18 maggio 2008

    martedì, mercoledì, venerdì, sabato e domenica: ore 10.00 - 18.00

    giovedì: ore 14.00 - 22.00 - lunedì chiuso - ingresso libero

    (Roma, via Caetani)

     

    Informazioni:

    Biglietteria Tel. 011/4361433

    Uffici Tel. 011/4363470 - Fax 011/4362034

    Orari: martedì, mercoledì, venerdì, sabato e domenica: ore 10.00 - 18.00

    giovedì: ore 14.00 - 22.00 - lunedì chiuso

    Sito: www.museodiffusotorino.it

    E-mail: mdiffuso@comune.torino.it

    Giovedì: ore 14 – 22

     

    Legge 4 maggio 2007 n. 56

    Art. 1

    La Repubblica riconosce il 9 maggio, anniversario dell’uccisione di Aldo Moro,

    quale “Giorno della memoria” al fine di ricordare tutte le vittime del terrorismo,

    interno e internazionale, e delle stragi di tale matrice.

    9 maggio, ore 10.00

    sala conferenze del Museo

    A trent’anni dall’omicidio Moro

    Introduzione

    Dante Notaristefano, Vicepresidente - Associazione Italiana Vittime del Terrorismo

    Proiezione del Telegiornale dell’16marzo 1978, giorno del rapimento di Aldo

    Moro (per gentile concessione dell’ANCR, 15’ circa)

    Intervengono:

    Eva Frapiccini, fotografa

    Luca Rastello, giornalista e scrittore

    Info: 011 4361433 - 011 4363470 - prenotazioni al numero verde Museiscuol@

    800 553 130

    Muri di piombo

    Questo progetto fotografico parla delle morti avvenute dalla metà degli anni

    Settanta fino all’inizio degli Ottanta, legate al terrorismo di sinistra (Brigate Rosse, Nuclei Armati Proletari, Prima Linea...) nelle città d Torino, Milano,

    Genova e Roma. All’epoca io non ero ancora nata o ero troppo piccola per ricordare […]. Così ho cominciato a studiare, a indagare, a modo mio, dai libri, dai giornali dell’epoca, dai microfilm nelle biblioteche pubbliche, poi sono arrivate le fotografie, alla stessa ora, alla ricerca delle stesse condizioni di luce, e negli stessi luoghi. […] Il mio lavoro si concentra sulla ricerca della memoria di un luogo, dell’eco di un attimo così drammatico. […] Credo che il nostro passaggio, i nostri sentimenti più intensi, felicità, paura, disperazione, speranza, lascino qualcosa anche negli spazi che in cui sono stati vissuti, a maggior ragione una morte violenta. Alcuni terroristi morti in azione avevano 17, 20 anni, mi sono chiesta spesso che cosa divida la mia generazione dalla loro.

    Eva Frapiccini

    Alle ore 12 presso il Santuario della Consolata sarà celebrata una funzione in ricordo di tutte le Vittime del Terrorismo e

    dell’eversione.




     
    248 Voti (Vota questa news )
     Stampa questa pagina Stampa

    UtenteData/OraCommento

    Non ci sono commenti per questa News



    Utente     Accedi/Registrati
    Commento  
    Codice di sicurezza       Che cos'è?



  •   Versione: 3.0