Squadra Paesana di Umberto Saba

Pubblico la seconda Poesia dedicata al Calcio dell'autore triestino

Effettua il login
Rubriche
Squadra Paesana di Umberto Saba
Pubblico la seconda Poesia dedicata al Calcio dell'autore triestino
Squadra Paesana
 
Anch'io tra i molti vi saluto,
rosso- alabardati,
sputati dalla terra natia,
da tutto un popolo amati.
Trepido seguo il vostro gioco.
Ignari
esprimete con quello
antiche cose meravigliose
sopra il verde tappeto,
all'aria,
ai chiari soli d'inverno.
Le angoscie che imbiancano i capelli all'improvviso,
sono da voi cosi lontane!
La gloria
vi da un sorriso fugace:
il meglio onde disponga.
Abbracci corrono tra di voi,
gesti giulivi.
Giovani siete,
per la madre vivi
vi porta il vento a sua difesa.
V'ama
anche per questo il poeta,
dagli altri
diversamente - ugualmente
commosso.
 
Umberto Saba.
 
Continuo la pubblicazione delle Poesie di Umberto Saba dedicate al calcio. Dopo Goal è la volta di “Squadra Paesana” .
 
Del calcio Saba scriveva:
E’ (il gioco) più popolare che ci sia oggi, ed è
quello in cui si esprimono con più
appassionata evidenza le passioni elementari
della folla. L’atmosfera che si forma intorno a
quegli undici fratelli che difendono la madre è
il più delle volte così accesa da lasciare
incancellabili impronte in chi ci è vissuto
dentro. E questo per non parlare della bellezza
visiva dello spettacolo, dei gesti necessari dei giocatori
durante lo svolgimento della gara.
 Che dire poi di quello che succede tra il pubblico e i giocatori quando una squadra paesana riesce a segnare un goal contro una squadra superiore (la cui superiorità molte volte è dovuta a denaro) e rinnova, sotto gli occhi dei concittadini, lucenti alle lacrime, il miracolo di Davide che vince il gigante Golia?
.
.
 .
 .
.




Scritto da nanus
Commenti
Non ci sono commenti a questo articolo.
Per poter scrivere un commento necessario essere registrati ed effettuare il login
Powered by BitCharge
Strumenti
Stampa articolo
Invia articolo